Ricetta Dorayaki , i dolci di Doraemon

Oggi andiamo a presentarvi una ricetta molto famosa in Giappone.
Parleremo dei Dorayaki , deliziosi e morbidissimi dolcetti che fanno impazzire il gattone Doraemon!

Piccola curiosità :
In giapponese dora significa “gong”, e probabilmente la forma simile a quella dello strumento musicale ha dato origine al nome del dolce. La leggenda narra che un samurai di nome Benkei dimenticò il suo gong a casa di un contadino presso il quale si nascondeva, e che questi lo usò per preparare il primo dorayaki, da cui, appunto, deriva il nome.Sebbene la ricetta originale del ripieno preveda l’anko, ne esistono numerose varianti, ad esempio alla crema di castagne o al cioccolato.

Ricetta :

140 gr di farina 00
3 uova
80 gr di zucchero
200 gr di marmellata di azuki (ripieno)
Miele
Bicarbonato
Olio di semi

Mescola le uova (tuorlo e albume) insieme ad un cucchiaio di miele ed allo zucchero, aggiungi al tutto mezzo cucchiaio di bicarbonato dissolto in 3 cucchiai d’acqua e continua a mescolare bene.
Quando gli ingredienti sono ben amalgamati inizia ad aggiungere al composto la farina, un po’ alla volta, continuando a mescolare facendo attenzione a non creare grumi, a questo scopo puoi utilizzare un setaccio.

Ungi una padella abbastanza grande e falla scaldare a fuoco medio, quando è calda versa una parte del composto ottenuto in modo da creare una forma circolare, appena il lato del dorayaki a contatto con la padella è bello dorato giralo e fai cuocere anche la parte opposta.
Ripeti quest’ultimo passaggio fino ad utilizzare tutto il composto e cercando di mantenere sempre la stessa dimensione per ogni dorayaki. Appena raffreddati, spalma su un dorayaki la marmellata di anko e ricoprila.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close