Il Ramen

Per molti di noi , quando si parla di Ramen , il primo pensiero va subito al Giappone.
In verità il Ramen è stato inventato in Cina , era un piatto semplice fatto da tagliatelle e brodo di ossa di maiale che si poteva trovare anche nelle bancarelle ambulanti oltre che nei ristoranti cinesi.

La Storia
Il ramen è di origine cinese, tuttavia non è chiaro quando esso fu introdotto in Giappone. Anche l’etimologia della parola ramen è argomento di dibattito.
Dopo la seconda guerra mondiale milioni di soldati giapponesi erano tornati dalla Cina e dall’Estremo oriente continentale.
Molti di questi rimpatriati erano diventati pratici di cucina cinese e di conseguenza aprirono ristoranti cinesi in tutto il Giappone. Mangiare ramen, benché diffuso, era ancora un’occasione speciale che richiedeva mangiare fuori.

Nel 1958 sono stati inventati i noodle istantanei da Momofuku Andō, il fondatore e presidente della Nissin Foods.
Il ramen istantaneo permise a tutti di preparare questo piatto semplicemente aggiungendo acqua bollente.
Dagli anni 80 il ramen diventò un’icona culturale giapponese e fu studiata in tutto il mondo da molti punti di vista.
Nello stesso tempo varietà locali di ramen ebbero successo nel mercato nazionale, potendo persino essere ordinate con i loro nomi regionali.

A Yokohama troviamo un museo del ramen, aperto nel 1994.

I tipi di Ramen

Sapporo
Capoluogo dell’ Hokkaido è molto famosa per il suo ramen.
Molta gente associa Sapporo con il suo ricco ramen di miso, che là è stato inventato e che è ideale per l’inverno rigido e nevoso di quella regione. Tale ramen è tipicamente ricoperto in cima con mais dolce, burro, germogli di fagioli, maiale tritato finemente e aglio, e a volte frutti di mare locali come capesante, calamari e granchi. 
Hakodate,un’altra città dell’Hokkaidō, è famosa per il suo ramen dal gusto salato, mentre Asahikawa, nel nord dell’isola, offre quello al gusto di salsa di soia.

Tokyo
Lo stile del ramen di Tokyo consiste di tagliatelle leggermente spesse e ricce servite in brodo di pollo al sapore di soia. Il brodo tipicamente ha un pochino di dashi, poiché i vecchi produttori di ramen a Tokyo spesso originavano da ristoranti di soba. Le guarnizioni in cima standard sono scalogno tritato, germogli di bambù fermentati, maiale a fette, uova, alghe nori e spinaci.
Ikebukuro, Ogikubo e Ebisu sono tre zone di Tokyo famose per i loro ramen.

Il ramen di Hakata deriva dal quartiere di Hakata della città di Fukuoka nel Kyūshū.
Ha un brodo ricco, latteo, di osso di maiale tonkotsu e tagliatelle piuttosto sottili, non ricce e resistenti. Spesso le tipiche guarnizioni in cima, come aglio schiacciato, beni shoga (zenzero sottaceto), semi di sesamo e verdure con senape sottaceto speziate (karashi takana), sono lasciate sul tavolo perché i commensali si servano da soli.
I banchi di ramen in Hakata e Tenjin sono noti in tutto il Giappone.
Le recenti mode in fatto di ramen hanno reso quello di Hakata uno dei tipi di ramen più popolari in Giappone, e in questo periodo si possono trovare in tutta la nazione parecchie catene di ristoranti specializzate in tale tipo.

In ogni città che vai troverai sempre una variante differente di Ramen, caratterizzata da prodotti tipici del luogo.

Ricordate che nello shop di PonPon Oriental Shop troverete tantissimi noodles istantanei!

!!! Se l’articolo vi è piaciuto lasciate una recensione !!!




fonte: Wikipedia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close